Nurse24.it
Ivan Loddo

Polimiosite

La polimiosite fa parte della classe delle malattie rare a carico del sistema osteomuscolare e del tessuto connettivo. Parliamo di una miopatia infiammatoria idiopatica sistemica autoimmune di tipo cellulo-mediato che si contraddistingue per l'aggressione citotossica delle cellule T nei confronti de

Giacomo Sebastiano Canova

Dermatomiosite

La dermatomiosite è una malattia infiammatoria che colpisce i muscoli e la pelle causando deficit muscolari (debolezza, dolore e atrofia) e alcuni tipici segni cutanei (rash e sclerodermia). Nello stadio avanzato, tale patologia può interessare anche gli organi interni (esofago, polmoni e cuore) com

Francesca Gianfrancesco

Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali - MICI

Le malattie croniche intestinali (MICI) sono patologie caratterizzate dalla natura infiammatoria delle lesioni e dall’andamento cronico-recidivante. Sono patologie complesse, che si sviluppano in soggetti predisposti geneticamente, ma l’eziologia non è ancora ben definita. Senza dubbio un substrato

Silvia Stabellini

Come si esegue il lavaggio vescicale

Il lavaggio vescicale consiste nell’introduzione in vescica, mediante l’inserimento di un catetere, di soluzione fisiologica o farmaci ad uso topico, a scopo preventivo, diagnostico, terapeutico e riabilitativo, anche se le indicazioni non sono sempre concordi e univoche.Procedura di lavaggio vescic

Ilaria Campagna

Talassemia

La Talassemia è una malattia ereditaria del sangue causata da un difetto genetico nella produzione dell’emoglobina. Può essere di tipo Alfa o Beta, a seconda delle catene emoglobiniche interessate e si manifesta con quadri clinici variabili per gravità e sintomi. La diagnosi può essere di tipo prena

Giacomo Sebastiano Canova

Emofilia

L’emofilia è una malattia genetica rara ed ereditaria che inficia sul normale processo di coagulazione, in quanto vi è in questi pazienti la carenza di un fattore indispensabile per questo processo. Questo si traduce in un maggior rischio emorragico e in un maggior tempo di cessazione di questo proc

Daniela Berardinelli

Epatite autoimmune

L’epatite autoimmune è una patologia cronica infiammatoria del fegato causata da un’autoaggressione del sistema immunitario. Si caratterizza per la presenza di autoanticorpi circolanti ed elevati livelli sierici di globuline. Può svilupparsi a qualsiasi età e colpisce più frequentemente le donne. L’

Ivan Loddo

Malattia di Basedow-Graves

La malattia o morbo di Basedow-Graves rappresenta una patologia autoimmune a carico della tiroide, riconosciuta come la prima causa di ipertiroidismo a livello globale. È caratteristica la facies basedowiana: l'espressione del volto si dimostra ansiosa/impaurita per via dell'edema palpebrale e del c

Valerio Vallini

Intertrigine, come riconoscerla e come trattarla

L'intertrigine è una condizione caratterizzata dall’insorgenza di dermatite della cute superficiale che si verifica a livello di due superfici cutanee contigue (pliche cutanee), ovvero in tutte quelle aree cutanee maggiormente sottoposte a sfregamento, macerazione e contatto con secrezioni biologich

Ilaria Campagna

Procedura esecutiva del salasso terapeutico

Il salasso terapeutico è una delle più antiche pratiche mediche ancora utilizzate. Per lo più eseguita in modo improprio in passato, la salassoterapia è oggi sostenuta da numerose evidenze scientifiche, seppur limitate ad alcune condizioni patologiche come le malattie caratterizzate da sovraccarico

Giacomo Sebastiano Canova

Ammoniemia

L’ammoniemia è un valore che indica la concentrazione ematica di ammoniaca, un prodotto azotato che deriva principalmente dal metabolismo delle proteine alimentari e dalle fermentazioni batteriche intestinali. Dato che l’ammoniaca è un metabolita tossico per il sistema nervoso centrale, essa deve es

Redazione

Perché studiare per diventare infermieri?

Tante volte ci chiedono: perché, perché hai scelto di seguire questo percorso di studi e lavorativo? Cosa ti dà? Non ti sembra di lavorare troppo per uno stipendio misero? Perché, perché perché. Corriamo da un reparto all’altro, subendo anche diversi rimproveri e rimbecchi tra qualche superiore nevr

Redazione

Terapia orale e frantumazione delle compresse

Tra le forme farmaceutiche disponibili in commercio, la formulazione orale solida (compresse, capsule rigide, pillole) risulta essere la più diffusa nell’ambito della pratica clinica, perché non invasiva, di facile maneggevolezza, semplicità nei metodi di preparazione e di stabilità del prodotto fin

Redazione

Somministrazione della terapia orale al paziente disfagico

La disfagia è un termine medico per definire la difficoltà di passaggio di cibi e bevande dalla bocca allo stomaco. Questo fenomeno è più frequente negli anziani, ma le cause che possono provocarla sono molteplici e possono insorgere a qualsiasi età. Può derivare da problemi occasionali, come una ma

Ilaria Campagna

Infezioni da streptococco

Dalla faringite all’interessamento, con conseguenze anche molto gravi, di organi e tessuti. Le infezioni da streptococco (infezioni streptococciche) sono causate, nella maggior parte dei casi, da streptococchi Beta-emolitici di gruppo A e B. Molto diverse tra loro per agente eziologico e sintomatolo

Daniela Berardinelli

Tumori cerebrali, linee guida Nice per assistenza ai pazienti

Le linee guida NICE “Brain tumours (primary) and brain metastases in adults” pubblicate a luglio del 2018, indirizzano la diagnosi, il monitoraggio e il trattamento di tutti i tipi di tumori cerebrali e metastasi cerebrali in persone di età superiore ai 16 anni. Hanno come obiettivo quello di suppor

Silvia Stabellini

Vitiligine

La vitiligine (o leucodermia) è una patologia cronica, non contagiosa, che colpisce i melanociti cutanei distruggendoli. Questo causa sulla cute macchie depigmentate (ipocromiche o acromiche), che possono presentarsi in modo diffuso o su aree circoscritte. La diagnosi di vitiligine viene fatta in ba

Redazione

Infermiere professionista non convenzionale

Nonostante il continuo sviluppo della professione infermieristica, la maggioranza dei cittadini non conosce le competenze che possiede l'infermiere, non ha chiara l'essenza del tipo di assistenza erogata e nel 2019 ci si scontra ancora con stereotipi spesso frutto anche delle distorsioni derivanti d

Ivan Loddo

Vasculite: diagnosi, sintomi e trattamento

La vasculite è un'infiammazione di gravità variabile dei vasi sanguigni. Il quadro clinico della patologia è piuttosto variegato e dipende dalle dimensioni e dalla localizzazione del vaso coinvolto, oltre alla tipologia di apparato colpito e dalla forma infiammatoria. La cura della vasculite è relat

Ilaria Campagna

Perché si effettua il lavaggio vescicale

Il lavaggio vescicale consiste nell’introduzione - attraverso un catetere - di una soluzione fisiologica sterile o di un farmaco nella vescica, grazie all’ausilio di una siringa (in genere da 50-60 ml) o di una sacca da perfusione. La quantità di soluzione da infondere va dai 150 ai 300 ml circa, ma

Monica Vaccaretti

Infezione da Clostridium difficile

L’infezione da Clostridium difficile è una delle principali cause di malattia gastrointestinale acquisite in ospedale e viene considerata la più costosa tra tutte quelle nosocomiali, perché la cura richiede un lungo periodo di degenza ospedaliera e i pazienti che ne sono affetti possono essere fonte

Francesca Gianfrancesco

Salasso terapeutico

Il salasso terapeutico consiste nella rimozione dal circolo sanguigno di circa 350/400 ml di sangue. Senza una sostenuta indicazione medica, togliere una quantità tale di sangue significherebbe indebolire l’apparato cardiocircolatorio e spossare l’intero organismo anemizzandolo. In alcune condizioni

Giacomo Sebastiano Canova

Lupus eritematoso sistemico

Il lupus eritematoso sistemico è una patologia infiammatoria cronica, multisistemica, di natura autoimmune, che insorge prevalentemente in donne giovani. Manifestazioni comuni possono includere artralgie e artrite, fenomeno di Raynaud, rash malare e altre eruzioni cutanee, pleurite o pericardite, co

Redazione

Ora so che tipo di infermiera non voglio essere

Sono al secondo tirocinio del primo anno e osservo molto i comportamenti degli infermieri del reparto a me assegnato e con amarezza e disprezzo mi tocca (anzi ci tocca) avere a che fare con personale prevenuto, come se loro fossero nati fatti e formati. Spesso e volentieri quando arrivi saluti corte