Isteroscopia

Isteroscopia

Scritto il 20/05/2019
da Corradino Ignelzi

L’isteroscopia è una procedura diagnostica mini-invasiva che può essere anche utilizzata per piccole procedure operative (come l’asportazione di polipi o residui abortivi o piccoli fibromi peduncolati). Se la procedura è esclusivamente diagnostica può essere eseguita in ambulatorio e non richiede anestesia o al massimo un blocco cervicale mentre se operativa è normalmente condotta in anestesia o in sedazione in regime di day surgery.

Indicazioni all’isteroscopia

L’isteroscopia è una procedura che permette di visualizzare direttamente la cavità uterina distesa utilizzando soluzione fisiologica sterile, attraverso l’inserimento di un piccolo isteroscopio dotato di una piccola telecamera e di una luce all‘estremità che permette la visualizzazione diretta tramite un monitor.

Isteroscopia, cosa c’è da sapere sull’esame

Ai fini dell’esecuzione dell’isteroscopia è necessario:

  • presentarsi accompagnati da una persona in grado di guidare
  • presentarsi a vescica vuota
  • comunicare al momento della prenotazione eventuali allergie a farmaci, eventuali patologie cardiache (es. prolasso della mitrale) al fine di procedere con la terapia antibiotica necessaria
  • non è necessario il digiuno

Esecuzione di isteroscopia

La posizione che la donna dovrà assumere per effettuare l’isteroscopia è quella ginecologica. Se la donna è in età fertile l’esame dovrà essere eseguito entro e non oltre la 14° giornata dall’inizio del ciclo mestruale, se assume estro-progestinici in qualsiasi momento esclusa la fase mestruale mentre se in menopausa in qualsiasi momento.

L’intervento dura di media 45 minuti asseconda se è solo diagnostico o anche operativo.