Sistemi di allerta precoce in ostetricia: MEOWS

Sistemi di allerta precoce in ostetricia: MEOWS

Scritto il 13/03/2020
da Sara Visconti

La gravidanza, il parto e il periodo post-natale sono eventi fisiologici; il monitoraggio clinico durante il percorso nascita deve in ogni caso rappresentare una parte integrante del processo assistenziale al fine di poter riconoscere precocemente un eventuale deterioramento delle condizioni generali e prevenire esiti infausti. I sistemi di allerta precoce (“Early Warning Score”, EWS) sono sistemi grafici di monitoraggio dei parametri vitali e di allarme precoce, con l’obiettivo di facilitare l’identificazione tempestiva delle situazioni a rapida evoluzione clinica e ridurre l’incidenza di condizioni di grave morbosità.

Cosa sono e come funzionano i sistemi di allerta precoce

I sistemi di allerta precoce sono stati sviluppati negli anni ’90 sull’evidenza che minime alterazioni dei parametri fisiologici precedono il deterioramento clinico e che il loro riconoscimento con un’appropriata risposta possano migliorare l’esito di un paziente in stato di acuzie.

Gli EWS adattati alla popolazione ostetrica ("Modified Early Obstetric Warning Score”, MEOWS) sono stati introdotti più recentemente nei punti nascita con l’obiettivo di facilitare il riconoscimento del rischio e di delineare un percorso terapeutico assistenziale a seconda della gravità clinica per le donne che hanno o stanno sviluppando una patologia critica, come l’emorragia post-partumo la sepsi.

Infatti, i segni di shock imminente spesso non vengono riconosciuti precocemente in questa popolazione e la risposta è spesso disorganizzata in un quadro clinico molto complesso.

Gli EWS/MEOWS si basano sulla rilevazione dei parametri vitali in una scala a punteggio o a codice colore che consente una veloce e condivisa valutazione dello stato clinico con l’obiettivo di fornire una misura riproducibile di quanto e se un paziente sia a rischio di deterioramento.

Questo sistema di allerta permette inoltre di identificare (in base al punteggio/codice colore) il tipo di risposta da attivare in termini di tempi (frequenza di rilevazione/monitoraggio) e di modi (livello di allerta).

Tali procedure favoriscono un approccio standardizzato al benessere materno con particolare attenzione al percorso d’intensificazione di cura (ove necessario) oltre a facilitare il lavoro di squadra e la comunicazione fra il personale sanitario.

La scheda grafica MEOWS

La scheda di monitoraggio MEOWS si fonda sulla rilevazione di 8 parametri:

  • Frequenza respiratoria
  • Saturazione di ossigeno
  • Temperatura
  • Frequenza cardiaca
  • Pressione arteriosa (PAS e PAD registrate separatamente)
  • Diuresi
  • Livello di coscienza (scala AVPU)
  • Dolore

Ciascun parametro è graduato in livelli in base ai valori soglia di fisiologia e patologia, a ciascuno dei quali è attribuito un codice colore. La somma dei codici colore fornisce la misura dello scostamento dalla fisiologia normale ed il tipo di risposta da attuare.

Punteggio MEOWS

Il punteggio MEOWS fornisce 3 livelli di allerta corrispondenti rispettivamente a:

  • 1 Parametro Giallo
  • 2 Gialli o 1 Rosso
  • > 2 Gialli o > 1 Rosso

Il medico dovrà:

  • Effettuare una valutazione delle condizioni cliniche della paziente
  • Definire la periodicità di rilevazione e registrazione dei parametri vitali
  • Predisporre un piano d’azione chiaro riportato in cartella clinica e comprensivo di prescrizione delle misure assistenziali ritenute appropriate

La frequenza di rilevazione dei parametri MEOWS dipende dal momento assistenziale, dalle condizioni cliniche della donna e dal loro rischio evolutivo.

Secondo le linee guida irlandesi (2014) viene proposta una frequenza di rilevazione dei parametri MEOWS in relazione alla situazione clinica. Ad esempio, in gravide a basso rischio con gravidanza non complicata è indicata una valutazione completa dei parametri al ricovero e poi ogni 12 ore; lo stesso per puerpere a basso rischio, quindi una rilevazione completa dei parametri dopo il parto e poi ogni 12 ore fino alla dimissione.

In casi di patologia infettiva o ipertensiva è indicata una rilevazione dei parametri MEOWS ogni 4 ore. Infine, in caso di taglio cesareo o chirurgia durante la gravidanza o nel periodo post-natale è indicata la seguente frequenza di rilevazione dei parametri vitali:

  • Ogni 15 minuti in sala risveglio
  • Poi ogni 30 minuti per 2 ore nel post-partum
  • Poi ogni 4-8 ore per 48 ore
  • Una volta al giorno fino alla dimissione