Prescrizione infermieristica sempre più vicina alla realtà

Scritto il 28/11/2023
da Redazione

Un percorso di evoluzione della professione infermieristica in risposta ai nuovi bisogni di salute della popolazione. È lo scenario che si sta delineando in Toscana, dove in Asl Toscana Sud Est si sta aprendo sempre di più la strada verso la prescrizione infermieristica. Si tratta di guardare al futuro elevando la professionalità degli infermieri così come quella dei medici, ha affermato il presidente dell'Ordine dei medici Lorenzo Droandi, commentando il progetto di sperimentazione che partirà dalla prescrizione dei dispositivi, a cominciare da quelli più semplici - spiega il Direttore dell'Asl Antonio D’Urso -, lavorando sempre per sviluppare competenze ulteriori.

Proficuo confronto tra ordini infermieri, medici, Asl e Regione Toscana

Forum Risk Management Arezzo 2023

Quello di una sperimentazione sulla prescrizione infermieristica nella Asl Toscana Sud Est non è più solo un desiderio della nostra categoria, ma una concreta possibilità che si apre grazie al confronto tra i vari soggetti interessati che si è svolto all’interno del Forum Risk Management di Arezzo.

Così il Presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Arezzo e della Toscana Giovanni Grasso, che, a qualche giorno dalla conclusione dell’evento, sottolinea questo importante risultato:

I contenuti emersi nel Forum sono stati tantissimi, ma è per me molto importante sottolineare che durante il tavolo dedicato alla nostra professione è stato avviato il percorso per la sperimentazione grazie a quanto affermato dal Presidente dell’Ordine dei Medici Lorenzo Droandi, dal Direttore Generale della Asl Toscana Sud Est Antonio D’Urso e dal Presidente della Commissione Sanità della Regione Toscana Enrico Sostegni. Un risultato straordinario, soprattutto se consideriamo che parlare di questo tema senza tabù è già un successo. Adesso dobbiamo lavorare per dare concretezza in tempi a questa volontà, nell’interesse dei cittadini dei quali siamo tutti al servizio, conclude Giovanni Grasso.

L’impegno della Regione Toscana nel percorso verso la prescrizione infermieristica di presidi sanitari è stato annunciato già mesi fa dall’Assessore regionale alla sanità Simone Bezzini, rispondendo a un’interrogazione dei consiglieri Fantozzi e Veneri.

L’apertura davvero significativa dell’Ordine dei medici con le parole del Presidente Lorenzo Droandi, che ha detto che si tratta di guardare al futuro elevando la professionalità degli infermieri così come quella dei medici, e la disponibilità della Asl Toscana Sud Est che con il suo Direttore Antonio D’Urso ha ricordato che il primo passaggio sarà quello della prescrizione dei dispositivi, a cominciare da quelli più semplici, lavorando sempre per sviluppare competenze ulteriori, deve ora trovare concretezza nelle scelte politiche della Regione Toscana, i cui passaggi sono stati definiti dal Presidente della Commissione Enrico Sostegni.

In virtù della sintonia che abbiamo riscontrato porteremo in consiglio regionale un atto di indirizzo con il quale chiederemo di avviare subito un tavolo che porti a questa prima sperimentazione che darà un ulteriore servizio ai cittadini, oltre che un riconoscimento professionale agli infermieri – ha detto Sostegni. Ricordiamo che sono già 13 i paesi europei nei quali la prescrizione infermieristica è una realtà, tra quali la Gran Bretagna addirittura dal 1992.