Bellanuca. Sono pronta, adesso posso andare

Bellanuca. Sono pronta, adesso posso andare

Scritto il 31/08/2019
da Marco Vitali

Essere figlio ed essere infermiere allo stesso tempo. Cuore, cervello, empatia, freddezza, determinazione e dolore, tanto dolore. Un mix di emozioni contrastanti spesso difficili da gestire. Scelsi di vivere con consapevolezza e senza finzioni quella nuova condizione. Nessun inganno, nessuna mezza verità, così da permettere a mia madre, nel pieno delle sue facoltà mentali e in piena energia fisica, di vivere quel periodo della propria vita come lo ritenesse opportuno. Del resto, era la sua vita.