PTI, Piano Terapeutico Individuale

Scritto il 30/11/2018
da Davide Mori

Tra gli strumenti di pianificazione efficaci e efficienti in grado di raccordare tutte le fasi di diagnosi-cura-assistenza-riabilitazione, si inserisce - insieme al PAI (Piano Assistenziale Individualizzato) e ai PDTA (Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali), il PTI (Piano Terapeutico Individuale).

Cos'è il PTI, Piano Terapeutico Individuale

Strumento piuttosto utilizzato, spesso in campo psichiatrico o geriatrico, è il PTI ovvero il Piano Terapeutico Individuale, un piano educativo-assistenziale multidisciplinare individuale che permette di pianificare un percorso riabilitativo domiciliare.

Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad uno strumento di alta personalizzazione dell’assistenza che garantisce oltre ad un elevato contenimento dei costi, anche una maggiore compliance e aderenza al piano da parte del paziente.

Il PTI rispetto al PAI si presenta più fisiologico per il paziente in quanto la possibilità di trascorrere il periodo riabilitativo/assistenziale presso il proprio domicilio e quindi attraverso l’ausilio del personale operante sul territorio, si tramuta spesso in un outcome nettamente migliore.

Non tutti i pazienti sono candidabili ad un programma di PTI. Prima di pianificare il PTI deve essere presa in considerazione la gravità e la complessità del quadro clinico, le risorse o potenzialità riabilitative, le resistenze al cambiamento e la stabilità clinica del paziente.