Viterbo, oltre due anni per selezionare 30 Oss

Viterbo, oltre due anni per selezionare 30 Oss

Scritto il 26/08/2022
da Massimo Canorro

Il Nursing Up chiede all’Asl di velocizzare i tempi per la pubblicazione delle graduatorie e, soprattutto, l’ingresso in organico del personale idoneo. Lamentando che sono occorsi oltre due anni per selezionare 30 operatori socio sanitari da impiegare nelle strutture dell’Azienda. Che, da parte sua, replica al sindacato: La delibera della graduatoria arriverà tra qualche giorno.

Concorso OSS dura oltre due anni, la protesta dei sindacati a Viterbo

La stessa Asl tiene a precisare che non c’è una carenza drammatica di personale, compresi gli Oss.

È possibile che ci siano voluti oltre due anni, da parte dell’Azienda sanitaria locale di Viterbo – per selezione 30 Oss da impiegare presso le sue strutture? Questo l’interrogativo posto ad alta voce da Filippo Mario Perazzoni, responsabile provinciale del Nursing Up. Il sindacalista precisa che l’ultima prova del concorso è terminata il 22 giugno e che della delibera della graduatoria non si hanno notizie.

Fermo restando che il concorso in questione fu deliberato dall’azienda con due delibere di marzo e maggio 2020, nel luglio seguente è avvenuta la pubblicazione della graduatoria. Ma l’articolato percorso burocratico – che non è stato sbrogliato neppure dalla carenza di personale sanitario, particolarmente ravvisata nel Lazio, insieme all’emergenza pandemica – è andato a rilento. Solo il 22 luglio dello scorso anno, poi, la commissione è stata nominata. E adesso l’imperativo è velocizzare.

Spiega Perazzoni: Le strutture sanitarie della regione hanno bisogno di operatori socio sanitari e così altre aziende, oltre alla Asl di Viterbo, necessitano di Oss. Quindi il sindacalista fa presente, con non poca amarezza, che per via della radicata carenza di queste figure, gli infermieri – non di rado – si trovano a dover svolgere anche il loro lavoro. Dal punto di vista morale è inaccettabile perdere così tanto tempo di fronte ad infermieri costretti al demansionamento che, oltretutto, si sono visti ridurre o annullare le ferie estive per carenza di organico.

Quindi il sindacalista aggiunge: Sono anni che il Nursing Up, in ogni riunione oppure incontro e a qualsiasi titolo, segnala l’utilizzo improprio di alcuni Oss impiegati come amministrativi. Chiosando: A due anni dall’annuncio del concorso per Oss, si confida che nulla possa essere messo ancora in discussione.

Pronta la replica dell’Asl, che getta acqua sul fuoco. E rende noto: La graduatoria è stata già consegnata agli uffici competenti dalla commissione, massimo alla fine della prossima settimana ci saranno gli atti deliberativi. E ancora, l’azienda fa presente che il lavoro della commissione è stato complesso considerato l’alto numero di partecipanti, ma è stato concluso. Gli atti sono stati restituiti agli uffici, compresa la graduatoria, resta solo il tempo di redigere gli atti deliberativi, qualche giorno al massimo.

La stessa Asl, poi, tiene a precisare che non c’è una carenza drammatica di personale, compresi gli Oss. Facendo altresì presente che durante la pandemia, attraverso avvisi e selezioni, è stato immesso personale a tempo determinato che, stando agli accordi sottoscritti in Regione Lazio dalle organizzazioni sindacali, è stato prorogato fino al 31 dicembre ed è in via di stabilizzazione.