Commissariato l’Ente di Previdenza degli infermieri

Commissariato l’Ente di Previdenza degli infermieri

Scritto il 21/03/2019
da Redazione

Enpapi è stato commissariato. È Eugenio D’Amico il commissario straordinario dell’Ente di previdenza degli infermieri liberi professionisti designato dai ministeri competenti. Con il Commissariamento straordinario riusciremo ad assicurare la trasparenza dell’ENPAPI - ha commentato l'On. Stefania Mammì, infermiera - tema che si lega strettamente a quello della legalità, volta a contrastare le piaghe che causano una grave dispersione di soldi privati in un comparto già fortemente sotto pressione, quale quello della riscossione dei contributi.

Firmato il commissariamento di ENPAPI

Fondi dell'ente di previdenza investiti in operazioni rischiose e, soprattutto, per ottenere favori economici stipulando contratti con società conniventi. Per questo erano finiti nella bufera i vertici di Enpapi, sotto la lente di un'articolata indagine finanziaria antiriciclaggio.

Appena appreso l’accaduto la Federazione, non potendo effettuare un intervento diretto per la separazione della gestione degli Ordini, Enti pubblici sussidiari dello Stato, da Enpapi, Ente di previdenza istituito come Fondazione di diritto privato, ha avviato interlocuzioni con i ministeri vigilanti al fine di mettere in atto tutte le misure necessarie a tutelare gli interessi degli infermieri iscritti, per verificare l’andamento della gestione dell’Ente nel suo complesso e garantirne il corretto svolgimento.

La decisione del commissariamento è quindi la naturale risposta che in base al decreto legislativo 509/1994 i ministeri vigilanti, che ringraziamo per l’attenzione e la considerazione, hanno messo in atto. Nell'augurare buon lavoro al Commissario D'Amico si conferma la nostra totale e piena disponibilità.

Il commissariamento straordinario dell’Enpapi è una grande vittoria per infermieri, assistenti sanitari e infermieri pediatrici, che esercitano l’attività in forma libero professionale. Sono soddisfatta del risultato raggiunto e della sensibilità dimostrata dalle istituzioni competenti, che hanno ben compreso l’importanza di tutelare una categoria di professionisti indispensabile per la salute del Paese.

Così la deputata lombarda del MoVimento 5 Stelle, Stefania Mammì, componente della Commissione Affari Sociali, commenta la decisione del commissariamento dell’Ente di Previdenza da parte del Consiglio dei Ministri. Un provvedimento che la stessa deputata aveva caldamente auspicato e suggerito.

Al netto delle vicende giudiziarie, sulle quali ovviamente non ci si può ancora esprimere compiutamente, resta il fatto che, stante l’evidente opacità della gestione, gli infermieri liberi professionisti fossero stanchi di Enpapi: sussidi mai ottenuti, errori nei calcoli della contribuzione dovuta e, soprattutto, tanta, troppa mancanza di informazione (S. Mammì)