Agevolazioni contributive. Fino a 30 anni si paga la metà

Scritto il 15/06/2018
da Redazione

Per gli iscritti alla Gestione Principale Enpapi il contributo minimo soggettivo pari, per il 2018, ad euro 1.600 può essere ridotto del 50%, sulla base della dichiarazione del professionista, fino al compimento del trentesimo anno di età.

Come ottenere l’agevolazione contributiva

Chi ha meno di 30 ha diritto ad agevolazioni contributive

Resta fermo l’obbligo di versare la contribuzione soggettiva dovuta in percentuale del reddito professionale prodotto e comunicato per l’anno di riferimento.

Per richiedere l’agevolazione contributiva è necessario presentare apposita istanza:

  • in sede di iscrizione, compilando la sezione dedicata presente nel modulo “Domanda di iscrizione – libero professionista”;
  • successivamente all’iscrizione, utilizzando il modulo predisposto denominato “Domanda di riduzione/esonero della contribuzione”;
  • a breve, direttamente dal proprio cassetto previdenziale.

Gli uffici dell’ente, verificata la presenza del requisito, accolgono la richiesta e comunicano al professionista la concessione dell’agevolazione contributiva con nota resa disponibile nel cassetto previdenziale. La riduzione è valida fino al compimento del trentesimo anno di età senza necessità di ulteriore istanza da parte del libero professionista.