Indennità di paternità gestione separata, istruzioni d'uso

Scritto il 30/04/2018
da Redazione

Infermieri liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata e indennità di paternità: da Enpapi tutte le informazioni su chi ha diritto a riceverla e su come inoltrare la domanda.

Libera professione, da Enpapi le istruzioni sull'indennità di paternità

Le istruzioni Enpapi per ricevere l'indennità di paternità

L’art. 23 del Regolamento di Previdenza e Assistenza della Gestione Separata ENPAPI dispone che il Professionista iscritto in caso di:

  • morte o grave infermità della madre
  • abbandono del figlio da parte della madre
  • affidamento esclusivo del figlio al padre

ha diritto alla corresponsione di una indennità per i tre mesi successivi alla data effettiva del parto o per il periodo residuo che sarebbe spettato alla madre lavoratrice, a condizione che sussista, in capo allo stesso il requisito dei tre mesi di contribuzione (aliquota piena, maggiorata dell’aliquota aggiuntiva dello 0,72%) nei dodici mesi immediata meni precedenti l’insorgenza del diritto.