Infermieri, Asl e regione Lazio insieme per Spiagge Serene

Scritto il 28/06/2024
da Redazione

Educazione sanitaria e informazioni per fronteggiare le situazioni di emergenza: il progetto "Spiagge serene", ideato dall'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma e già sperimentato positivamente dalle Asl del litorale romano, Rm 3, Rm 4, Rm 6, si allarga quest'anno alle Asl di Latina e Viterbo, con il contributo della Regione Lazio. Da sabato 29 giugno, in 16 giornate distribuite fino a settembre, una équipe multidisciplinare composta da infermieri, altre professioni sanitarie e studenti dei corsi di Laurea in Infermieristica, sarà presente sulle spiagge laziali per promuovere stili di vita sani, sensibilizzare sulla prevenzione di comportamenti a rischio ed effettuare formazione nell'ambito degli interventi di primo soccorso.

Progetto Opi Roma "Spiagge serene": educazione sanitaria fra gli ombrelloni

ostia beach

Il progetto "Spiagge serene" ideato dall'Opi di Roma nasce per educare e informare la popolazione riguardo i comportamenti rischiosi per la salute.

Durante l'evento sarà distribuito materiale informativo e si inviteranno i bagnanti a partecipare alla dimostrazione sulle tecniche di rianimazione cardio-polmonare e disostruzione delle prime vie aeree, che si effettueranno presso la postazione sulla spiaggia, invitando i presenti anche a esercitarsi su un manichino.

L'obiettivo del progetto è quello di fornire, al maggior numero possibile di persone, indicazioni su comportamenti giusti da tenere in caso di piccoli inconvenienti in spiaggia; fornire informazioni su corretti stili di vita e consigliare semplici azioni da eseguire per la gestione immediata di situazioni di pericolo per la salute, replicabili in ogni contesto di vita.

Lo spirito dell'iniziativa concepita dall'Ordine - ha dichiarato, Maurizio Zega, Presidente dell'Opi di Roma - è informare, educare e consigliare i cittadini a fare quel che è meglio per la loro salute raggiungendoli in spiaggia, in un momento dedicato al rilassamento e al recupero fisico e psichico, senza aspettare il cittadino in un ambiente sanitario. In una parola concretizzare i concetti di proattività, prevenzione ed educazione sanitaria che sono la chiave della sanità del futuro.

Il 29 giugno in mattinata saranno attive le équipe di: Asl Roma 3 - Fiumicino, spiaggia libera lungomare della salute 56; Asl Roma 4, - Santa Severa, spiaggia adiacente al Castello; Asl Roma 6 - Anzio, Riviera Mallozzi; Asl Latina - Latina, spiaggia Hotel Tirreno; Asl Viterbo, Tarquinia Lido, spiaggia libera a Piazza delle Naiadi.