ECM, cosa rischia veramente chi evade l'obbligo

ECM, cosa rischia veramente chi evade l'obbligo

Scritto il 22/01/2020
da Redazione

La Commissione Nazionale per l’Educazione Continua in Medicina ha deciso di concedere un altro anno per assolvere all’obbligo formativo relativo al triennio 2017/2019, ma dopo la proroga arriveranno le sanzioni. Come funziona la proroga e come gestire i crediti: una guida sui principali rischi che corre chi non sarà in regola entro il 31 dicembre 2020.

Proroga formazione ECM, una guida per i professionisti

Il sistema Ecm a vent’anni dalla sua istituzione "non è più adeguato per rispondere ai bisogni dei pazienti, alle esigenze del Servizio sanitario e allo sviluppo professionale". Per questo la Commissione nazionale per l’Educazione continua in medicina ha deciso di rivedere il sistema Ecm.

Per consentire la riforma del sistema e dar tempo ai nuovi Ordini di entrare a pieno titolo nel sistema dell’Ecm la Commissione ha deliberato di mantenere l’obbligo formativo (pari a 150 crediti) per il triennio 2020-2022 e consentire l’acquisizione dei crediti formativi relativi al triennio 2017/2019 sino al 31 dicembre 2020.

Consulcesi ha prodotto una guida sui principali rischi che corre chi non sarà in regola entro quella data.