Mobilità infermieri Frosinone, revocata la sospensione

Mobilità infermieri Frosinone, revocata la sospensione

Scritto il 23/09/2019
da Redazione

Con l’Ordinanza del 19/09/2019 RG n. 2394/2019 il Tribunale di Frosinone ha revocato la sospensione “cautelativa” della procedura di mobilità infermieri bandita dall'Ausl Frosinone riconoscendo che la procedura messa in atto dalla Asl era pienamente legittima. L'avviso di mobilità volontaria e la successiva graduatoria finale hanno ripreso quindi piena efficacia.

Frosinone, mobilità infermieri legittima. Il Giudice revoca la sospensione

Via libera all'arrivo di novanta nuovi infermieri all'Ausl di Frosinone. L'ha stabilito il tribunale del Lavoro di Frosinone, in sede di reclamo, accogliendo il ricorso avanzato dalla stessa Ausl e da diversi gruppi di lavoratori in graduatoria contro i quattro ricorrenti che, in via d'urgenza, avevano ottenuto un primo provvedimento favorevole dal giudice.

Il giudice del lavoro dott. Massimo Lisi, infatti, lo scorso luglio, aveva dichiarato illegittima la procedura di mobilità per 7 posti di infermiere bandita dall'AUSL Frosinone in esecuzione della deliberazione n. 1798 del 20/08/2018. Motivo? Irregolarità da bando nello svolgimento delle prove colloquio, per le quali sarebbero stati previsti dei punteggi fuori norma, senza l'obbligo per la Commissione di esplicitare le valutazioni operate.

Ma la giurisprudenza amministrativa richiamata nel ricorso della prima fase cautelare si è dimostrata non pertinente in quanto si riferisce a vere e proprie procedure concorsuali per l'accesso alla p.a. ovvero per il passaggio ad una area superiore, ove la selezione era stata effettuata senza la previsione dell'esame scritto (cfr. Consiglio di Stato n. 4313 del 2010).