Cassazione conferma: tempo divisa è tempo di lavoro

Cassazione conferma: tempo divisa è tempo di lavoro

Scritto il 05/07/2019
da Redazione

Si tratta di attività svolte nell'interesse dell'igiene pubblica che vanno retribuite essendo un obbligo imposto da esigenze superiori di sicurezza e igiene. Ecco perché la Cassazione conferma ancora una volta (sentenza 17635/2019) che il tempo dei vestizione/svestizione degli infermieri (cosiddetto tempo divisa) va retribuito come prestazione di lavoro.

Infermieri, sentenza Cassazione conferma: tempo divisa va retribuito

Per un infermiere indossare e togliersi la divisa di lavoro fa parte dell’orario di lavoro e come tale va retribuito. A confermarlo arriva l'ennesima sentenza della Cassazione (17635/2019), intervenuta questa volta per dirimere il contenzioso sorto tra alcuni infermieri e una Asl abruzzese in relazione al riconoscimento del diritto alla retribuzione del tempo impiegato per indossare e dismettere la divisa.

La richiesta degli infermieri era stata accolta dai giudici del Tribunale e la Cassazione è rimasta sulla stessa lunghezza d'onda: si tratta di attività che non sono svolte nell'interesse dell'Azienda, ma dell'igiene pubblica e come tali devono ritenersi autorizzate da parte dell'Azienda stessa. La sentenza, nel dare ragione agli infermieri, riconosce l'attività di vestizione/svestizione degli infermieri come rientrante nell'orario di lavoro e da retribuire autonomamente, qualora sia stata effettuata prima dell'inizio e dopo la fine del turno.

E, nel respingere il ricorso presentato dall'Asl, sottolinea: l'obbligo di tale pagamento aggiuntivo non è collegato alla condanna alle spese, ma al fatto oggettivo - ed altrettanto oggettivamente insuscettibile di diversa valutazione - del rigetto integrale o della definizione in rito, negativa per l'impugnante, dell'impugnazione, muovendosi, nella sostanza, la previsione normativa nell'ottica di un parziale ristoro dei costi del vano funzionamento dell'apparato giudiziario o della vana erogazione delle, pur sempre limitate, risorse a sua disposizione.

Questa sentenza arriva dopo altri esempi sparsi a macchia di leopardo, come la recente deliberazione del Tribunale di Macerata, le linee di indirizzo su tempo divisa e consegne della Toscana, la sentenza del Tribunale di Larino che aveva riconosciuto il diritto alla retribuzione del tempo impiegato per il cambio divisa in favore di 14 infermieri e, ancora, l'accordo raggiunto con l’azienda ospedaliera santa Croce e Carle di Cuneo.