Elenco società scientifiche accreditate per le linee guida

Scritto il 08/11/2018
da Redazione

Pubblicato sul portale del ministero della Salute pubblica l'elenco di 293, tra società scientifiche e associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie, abilitate a produrre linee guida cui medici, infermieri e gli altri operatori sanitari dovranno attenersi nello svolgimento della propria attività. La lista sarà aggiornata ogni due anni.

Legge Gelli, ecco l'elenco delle 293 società scientifiche accreditate

Il Ministero della Salute ha pubblicato l'elenco delle società scientifiche accreditate per le linee guida

Con molti mesi di ritardo, ma è arrivato l'elenco - che il ministero avrebbe dovuto pubblicare entro tre mesi dall'entrata in vigore della legge Gelli - delle 293 società scientifiche accreditate per le linee guida.

Nell'elenco compaiono le 293 società e associazioni che hanno superato la valutazione sul piano amministrativo, in quanto hanno presentato tutte uno statuto aggiornato successivamente all’entrata in vigore del decreto ministeriale.

Le società scientifiche e le associazioni professionali parteciperanno dunque alla realizzazione delle linee guida che faranno da faro alla responsabilità professionale secondo la legge 24/2017, la cosiddetta legge Gelli, secondo la quale qualora l'evento avverso si sia verificato a causa di imperizia, la punibilità è esclusa quando sono rispettate le raccomandazioni previste dalle linee guida come definite e pubblicate ai sensi di legge ovvero, in mancanza di queste, le buone pratiche clinico-assistenziali, sempre che le raccomandazioni previste dalle predette linee guida risultino adeguate alle specificità del caso concreto (art. 6).

In seguito alle accese discussioni relative al criterio di rappresentatività, che sembrava escludere dai giochi le società scientifiche infermieristiche, il Ministero con la nota del 23 ottobre 2017, aveva chiarito punto per punto la metodologia di applicazione delle previsioni del decreto.

Tra gli altri chiarimenti, la nota ministeriale aveva specificato che dove in una determinata “disciplina” o “specializzazione” o “area” o “settore” di esercizio professionale non dovesse esserci alcuna società scientifica o associazione tecnico-scientifica che possieda la rappresentatività del 30% prevista dal decreto, in fase di prima applicazione e per consentire la formazione del primo elenco di società scientifiche e associazioni professionali, saranno valutate tutte le società scientifiche e le associazione tecnico-scientifiche che ne abbiano fatto richiesta e abbiano una “adeguata rappresentatività” nella disciplina o specializzazione o area o settore di riferimento.

Ad essere escluse da questo primo elenco - che sarà aggiornato ogni due anni - sono state le società o associazioni tecnico scientifiche che unitamente alla presentazione dell’istanza non hanno allegato, come richiesto dal Decreto ministeriale, lo statuto; le società e associazioni il cui statuto non risulta aggiornato ai contenuti richiesti dal Dm 2 agosto 2017 e le società i cui statuti, sebbene aggiornati successivamente al Decreto ministeriale, sono totalmente non aderenti ai requisiti previsti dal Decreto ministeriale.